PUGLIA UPDATE 2020

VIII CORSO RESIDENZIALE IN COAGULAZIONE
BARI, 2/3 ottobre 2020
HOTEL MAJESTY

PUGLIA UPDATE
2020

VIII CORSO RESIDENZIALE IN COAGULAZIONE

Razionale
Sceintifico

I temi dell’emostasi sono trasversali a molteplici discipline: l’ematologia, la medicina interna, l’anestesia e rianimazione, le specialità chirurgiche. Pertanto, temi come le alterazioni congenite o acquisite della coagulazione, l’uso di farmaci innovativi in ambito emorragico e trombotico sono estremamente rilevanti. La Gestione delle complicanze emorragiche e trombotiche è, poi, un tema di cruciale importanza che prevede una conoscenza trasversale di molte tematiche e soprattutto la possibilità di condividere esperienze e percorsi diagnostico-terapeutici. 
E’ richiesto, pertanto, che le diverse figure coinvolte nella gestione di pazienti con complicanze trombotiche e/o emorragiche possano condividere conoscenze ed opzioni di diagnosi tempestiva e cure efficaci. 
Le patologie rare -emorragiche e/o trombotiche - sono spesso misconosciute e/o non adeguatamente trattate. Pertanto, la diffusione delle conoscenze relative alle strategie diagnostiche e terapeutiche è di fondamentale importanza per garantire un precoce riconoscimento delle stesse e delle loro possibili complicanze. 
I dati più recenti apparsi in letteratura devono essere diffusi, contestualizzati ed adattati alle singole realtà assistenziali. La possibilità di disporre di una rete di Centri per la diagnosi e la gestione di pazienti con patologie rare comporta un miglioramento della qualità dell’assistenza prestata. 
La gestione peri-operatoria delle terapie anticoagulanti e delle possibili complicanze trombotiche ed emorragiche in pazienti in terapia con anticoagulanti, è un altro tema centrale che necessita di approfondimento. Infatti, il numero di pazienti anziani in terapia con anticoagulanti, oltre che con altri farmaci utilizzati per trattare patologie associate, aumenta progressivamente con il miglioramento della qualità di vita. Pertanto, il tema della gestione del paziente anticoagulato e polimedicato è complesso e necessita delle competenze di diverse figure professionali. L’ uso di concentrati di fattori della coagulazione, di antidoti, emocomponenti deve essere calibrato e monitorato in funzione del rischio trombotico e del rischio emorragico legato alla procedura invasiva. 
Trattandosi di pazienti critici, che spesso hanno caratteristiche molto dissimili l’uno dall’ altro, non sono disponibili in letteratura dati robusti basati sulle evidenze relativamente alla stragrande maggioranza degli aspetti che l’esperto in coagulazione insieme ad un team multidisciplinare, si trova ad affrontare. 
Infine, circa la terapia anticoagulante orale esiste una grande variabilità individuale in gran parte legata a condizioni individuali congenite o acquisite (es: comorbidità, interazioni farmacolgiche) che rendono sempre piu’ necessaria una personalizzazione della terapia. Circa l’uso degli inibitori diretti della coagulazione (DOAC), ad esempio, la valutazione complessiva di ogni singolo paziente rende possibile, anche alla luce di nuove evidenze disponibili in letteratura, rende oggi possibile il loro uso anche in gruppi di pazienti per i quali negli anni scorsi non erano utilizzati. 
L’ aggiornamento su questi temi è pertanto necessario per garantire una migliore qualità assistenziale oltre ad una razionalizzazione delle risorse.

Responsabili Scientifici

Dott.ssa Elvira Grandone

U.O. di Emostasi e Trombosi
IRCCS Ospedale Casa Sollievo della Sofferenza
San Giovanni Rotondo, FG 

Prof. Maurizio Margaglione

Servizio di Genetica Medica
Dipartimento di Scienze Biomediche
Azienda Ospedaliero Universitaria di Foggia

Relatori & Moderatori

  • Doris Barcellona (Cagliari)
  • Giancarlo Castaman (Firenze)
  • Gilda Cinnella (Foggia)
  • Valerio De Stefano (Roma)
  • Giovanni Di Rienzo (Altamura, BA)
  • Elvira Grandone (S. Giovanni Rotondo, FG)
  • Paolo Gresele (Perugia)
  • Giuseppe Malcangi (Bari)
  • Maurizio Margaglione (Foggia)
  • Francesco Marongiu (Cagliari)
  • Angelo Ostuni (Bari)
  • Gualtiero Palareti (Bologna)
  • Antonia Pertosa (Monopoli, BA)
  • Angiola Rocino (Napoli)
  • Elena Rossi (Roma)
  • Sergio Siragusa (Palermo)
  • Sophie Testa (Cremona)
  • Giovanni Luca Tiscia  (S. Giovanni Rotondo, FG) 
  • Tonino Valentino (Matera)

Accreditamento E.C.M.

ll Corso è stato inserito nel Piano Formativo 2020 per l’Educazione Continua in Medicina (E.C.M.) ottenendo 8 crediti per le categorie Medici Chirurghi, Biologi, Tecnici di laboratorio Biomedico, Assistenti sanitari, Ostetriche, Farmacisti, Infermieri e Infermieri pediatrici.
La legislazione in materia di E.C.M. non prevede l’assegnazione dei crediti formativi ad eventuali specializzandi e ad altre professioni afferenti alle discipline mediche.
Per conseguire i crediti è necessario:
• partecipare in misura del 90% ai lavori congressuali.
• riconsegnare al termine dell’evento in segreteria la modulistica debitamente compilata e firmata.
Si ricorda che i crediti verranno inviati via e-mail dopo il Corso previo riscontro da parte dei responsabili scientifici E.C.M. di almeno il 75% di risposte esatte del questionario di apprendimento.

Con il contributo non condizionante di:

SEGRETERIA ORGANIZZATIVA

ELLEVENTI S.r.l.
Via Maestro Gaetano Capocci, 11 - 00199 Roma
Tel: 391 3001230 e-mail: segreteria@elleventi.it
www.elleventi.it

© Copyright 2020 ELLEVENTI - All Rights Reserved