r

LE INNOVAZIONI NEL TRATTAMENTO DELL’EMOFILIA SENZA E CON INIBITORE: VANTAGGI E CRITICISMI

HOTEL ALBANIA - OTRANTO
17/18/19 MAGGIO 2019

La disciplina che studia la patofisiologia dell’emostasi rappresenta una branca dell’ematologia in continuo progresso scientifico. I processi innovativi sono dinamici e caratterizzano giorno dopo giorno i progressi nel campo dell’emofilia e delle malattie emorragiche congenite (MEC). La complessità della materia coinvolge la ricerca di base, gli studi clinici e l’applicazione dei risultati nella pratica clinica. Il Corso di perfezionamento “Le innovazioni nel trattamento dell’emofilia senza e con inibitore: vantaggi e criticismi”, alla decima edizione, cura l’aggiornamento su argomenti di rilievo scientifico. I temi sono centrati sull’up-date dell’emofilia, coagulopatia rara di enorme interesse scientifico, implicata in una sindrome emorragica congenita e acquisita. Esperti italiani affronteranno le problematiche, quelle più complesse, inerenti il trattamento emostatico specifico (sostitutivo e non sostitutivo) inclusa la terapia genica. 
Di particolare interesse è la sezione del Corso dedicata all’emofilia e inibitore. Anche in questa parte vengono affrontati, in modo critico, argomenti di stretto interesse terapeutico. Una particolare attenzione è rivolta alle molecole innovative non sostitutive per la terapia dei pazienti con inibitore. Il Corso si terrà in Otranto nelle date 17-18-19 maggio 2019.
Nell’ambito del Corso sono previsti interventi ed esercitazioni interattive con l’intento di rendere più accessibili e interscambiabili le informazioni.

PROGRAMMA

venerdì 17 maggio

9.00 Introduzione ai lavori: “coffee overture” 
(M. Schiavoni) 

Moderatore: G. Malcangi 
9.30 L’emostasi cross-over (M. Colucci) 
10.30 Le innovazioni di biologia molecolare nell’emofilia (F. Bernardi) 
11.30 pausa 
11.45 Le innovazioni nella terapia genica dell’emofilia e implicazioni nell’immunotolleranza (M. Margaglione) 
12.45 Le innovazioni del laboratorio in emofilia (A. Tripodi) 
13.45 Discussione 14.15 Pausa 
Moderatore: C.P. Ettorre 
15.30 Il fattore VIII porcino ricombinante nell’emofilia acquisita e congenita (E. Zanon)
16.30 Revisione critica delle terapie sostitutive in emofilia e inibitore (M. Schiavoni) 
17.30 Discussione 
18.00 Note conclusive della giornata 
(M. Schiavoni)

sabato 18 maggio

8.30 Introduzione: coffee overture (M. Schiavoni)
Moderatore: E. Cantori 

9.00 I concentrati life-long pegilati e glicopegilati (A. Coppola) 
10.00 Il damoctacog alfa (R. Marino) 
11.00 I concentrati di Fattore IX extended half-life. (R. De Cristofaro) 
12.00 Il lonoctocog alfa (C. Santoro) 
13.00 Discussione
13.15 Pausa Moderatore: S. Antoncecchi 
14.30 L’emicizumab nell’emofilia con e senza inibitore (G. Castaman) 
15.30 inibitori dell’antitrombina, TFPI e proteina C nell’emofilia con inibitore (A. Rocino) 
16.30 Discussione della sessione precedente 
16.00 Pausa Moderatore: P. Giordano 
17.15 La viscoelastometria nell’emofilia congenita e acquisita (D. Mastria) 
18.15 I preparati innovativi e l’inibitore in Pediatria (G. Lassandro) 
19.15 Discussione
19.30 Note conclusive della giornata

domenica 19 maggio

Conduttori Antonella Coluccia-Angela Todisco 9.00 Esercitazioni pratiche 

11.00 pausa 
11.45 Casi clinici critici (R. Marino, E. Cantori, G. Lassandro) 
13.30 Annotazioni Conclusive (Mario Schiavoni) 14.00 Chiusura dei lavori

Con il contributo non condizionante di:

Segreteria Organizzativa

© Copyright 2019 ELLEVENTI S.r.l. - All rights reserved.